Aneliti di Santità

Coro

Ciò che in lui risplende è anzitutto una profondissima fede, nutrita di pietà sincera e di obbedienza costante alla chiesa ed ai Pastori; un’incrollabile speranza, fondata in Dio, ricercato come unico Bene, nella pratica della più austera povertà, congiunta a penitenze e mortificazioni che oggi, per la loro intensità e durata sembrano superiori a ogni umana resistenza; ed un’immensa carità, esercitata dimenticando se stesso ed aprendosi solo alle necessità degli altri. Ma a fondamento di queste virtù vi è l’umiltà, nella quale vivrà sempre, e con la quale sempre opererà, aborrendo la superbia e l’egoismo, e detestando glorie ed onori terreni. Figlio amante e fedele della Chiesa, il nostro sacerdote non desidera altro che conformarsi al di lei Fondatore e Capo, Gesù Cristo, e come sacerdote di Cristo e della Chiesa, nell’esercizio del suo ufficio presbiterale, cresce nell’amore di Dio e del prossimo, conserva il vincolo della comunione sacerdotale, abbonda in ogni bene spirituale e dà a tutti la viva testimonianza di Dio.