Incontro con Virginia Arena

CasaInt

Una mattina, tra i molti penitenti che vanno al suo confessionale nella chiesa della Pietrasanta, arriva una giovane la cui angelica modestia, compostezza, raccoglimento e fervore con cui prega attirano l’attenzione di Don Donato; è Virginia Arena e viene da Caserta, dove lavora in una manifattura di arredi sacri. Virginia, nata a S. Benedetto il 19 settembre 1873 è cresciuta in una famiglia nobile, è umile e affabile con tutti; tra loro nasce un’amicizia spirituale basata sull’identità delle loro aspirazioni. Poco più tarsi, nel 1899, entrerà a far parte della comunità delle Ancelle, dove il 24 marzo dichiara la sua professione religiosa col nome di Suor Maria Salvatore. Nel 1906 diventa la prima Superiora Generale e per molti anni, sotto la sua guida illuminata e materna, la famiglia religiosa prospererà e camminerà nello spirito del fondatore, di grande aiuto a Don Donato, è riconosciuta come cofondatrice delle Ancelle dell’immacolata.