Il Pio Ritiro

dongiannottiok

Nel  1872 Don Donato comincia ad accogliere bambine povere ed orfane, sotto la protezione della Vergine Santissima, in una casa presa in affitto a S. Maria Capua Vetere. Quando alcune di queste bambine raggiungono l’età giovanile, desiderose di perfezione chiedono al Padre di continuare a vivere lontane dal mondo e sotto al sua illuminata guida. A loro si aggiungono altre giovani animate dallo stesso desiderio. Si gettano, così, le basi per la fondazione del Pio Ritiro delle Ancelle di Maria Immacolata, o della Pietrasanta, le orfanelle fanno vita in comune con le religiose regolate da norme che Don Donato va insegnando a viva voce e con l’esempio. Trasferite poi nel palazzo della Catena, nel 1879 iscrive le sue Ancelle di Maria Immacolata al Terz’ordine di S. Francesco; Don Donato vuole che la povertà, umile ma decorosa, diventi, insieme al dono totale di sé al Signore e alla Madre sua, la fondamentale regola di vita delle sue figlie, mettendo la loro esistenza al servizio delle bambine orfane. Le religiose si dedicano alla confezione di biancheria, ricamo, fiori artificiali e alla tessitura di cotone, la scuola è diretta da lacune suore.